ma perché non la smetti?

“Ma perché non la smetti? In fondo, ragioniamo, c’è molto molto altro da fare e a cui dar importanza!”

“Scusa, a che ti riferisci?”

“A sta faccenda del tumore. Mi sa che ti stai facendo coinvolgere un po’ troppo e io so che stai bene. Guardati, sei un fiore!”

“Ah, dici che mi sto un po’ montando la testa con la faccenda del cancro e dell’osteoporosi severa? Cavoli, mi sa che hai ragione: forse preferisco rinunciare allo stile di vita che vorrei per attirare attenzione. Cielo, non ci avevo proprio pensato, forse ho un problema!”

“Ma sì, ma sì, è così! Io so che stai bene. Ora basta!”

“Mi sa che hai ragione. Allora ai prossimi controlli semestrali ci vai tu? Visto che sei così sicuro della diagnosi, parlerai tu con i medici? Così, mentre tu spendi le mie tre/quattro settimane dietro ai quotidiani esami e alle visite specialistiche, io realizzerò il sogno d’imbarcarmi e andar per Oceani e respirar a pieni polmoni.”

“No, bè, non stavo dicendo questo.”

“Ah no? E allora a che ti riferisci?”

“A sta faccenda del tumore, in fondo ne sei fuori.”

“Ma certo che ne sono fuori, anzi, ne sto proprio uscendo e la volontà è questa. Anche i risultati degli ultimi controlli confermano che ho preso la via giusta. Direi che grazie ai noiosissimi e ripetitivi controlli siamo certi che le cose stanno andando per il verso giusto.”

“Hai visto? Allora va tutto bene, ne sei fuori! Allora perché continui a stare dietro a sto argomento?”

“No, scusa, forse non ci intendiamo. È grazie alle terapie e al fatto che sto dietro all’argomento, evidentemente oscuro per alcuni, che ne sto uscendo.”

“Eh allora perché non la smetti?”

“Ma di fare che?!? Guarda che non dipende da me! Sto seguendo un protocollo quinquennale di terapia e cura sia per il cancro sia per l’osteoporosi; ho già superato tre anni e sto entrando nel quarto. Solo ora inizio a venire a patti con gli effetti collaterali delle terapie e sto iniziando a conoscere questo corpo a me nuovo. A proposito, sai che devo fare altri due interventi ricostruttivi? …e poi spendo altri 9 mesi prima di riavermi del tutto dal post-operatorio. Anche il chirurgo dice che sono lunga in ripresa. Del resto sono fatta così; siamo tutti diversi.”

“Allora non fare gli interventi.”

“Giusto. Lascio che la situazione degeneri per evitare di prevenire la lacerazione della pelle residua in zona di mastectomia. Se sono fortunata non si romperà e potrò andare avanti anche con la protesi leggermente spostata. Hai ragione, ci posso pensare poi. In fondo si tratta solo di estetica e sono io ad aver convinto il chirurgo a metter mano per la quarta e la quinta volta a un suo lavoro. Lui non voleva assolutamente parlare di prevenzione, lungi da lui farne, ma si è reso conto che è meglio assecondare la cotta che ho per lui quindi mi ha proposto solo quel che può per incontrarci nei sotterranei dell’Ospedale.”

“No, bè, non stavo dicendo questo.”

“Allora che stai dicendo?”

“Che sarebbe ora che sta faccenda del tumore finisse. In fondo, ragioniamo, c’è molto molto altro da fare e a cui dar importanza!”

“Scusa, ma ti ho mai chiesto di accompagnarmi a fare gli esami e alle visite o ti ho mai coinvolto in argomentazioni monotematiche ed egocentriche sulle mie patologie?”

“No, mai.”

“E sai perché?”

“No.”

“Perché fin tanto che non vivi il cancro o una patologia cronica, non puoi comprendere la dimensione in cui essi ti proiettano. Sto tornando a occuparmi di quel molto altro senza però perdere l’orizzonte. Vedo quel molto altro e vorrei tornare a dedicarmici completamente ma devo venire a patti con due protocolli, con gli effetti collaterali e con l’impossibilità di fare programmi a lunga scadenza. Ecco perché non ti ho mai coinvolto. In fondo, ragioniamoci, ho vari molto altro da tenere a bada e ciò comporta fatica e una sapiente distribuzione delle energie e delle compagnie.
… Mi passi una fetta di meneghina per favore?”


Questo è il dialogo tipo che ho dovuto sostenne un paio di volte a Dicembre con due persone che non si conoscono e che si rapportano con me a livelli decisamente differenti. La cosa che li accomuna, e che mi lascia attonita, è la richiesta di dialogo “ragionato” su un argomento che oramai affronto con pochi intimi e di cui, entrambi, poco sanno e molto paventano.

Cancro uguale paura del secolo, oramai di più secoli. Si sa.

A distanza di qualche anno, resto sempre molto meravigliata quando mi si chiede di dialogare con i fantasmi, divoratori del buonsenso, di chi non conosce l’argomento per semplice inesperienza, miopia o paura.
Comprendo la difficoltà e il desiderio che non ci tocchi vivere l’esperienza della malattia ed è assai difficile trasmettere la dimensione in cui il cancro e altre patologie ti proiettano.

Sto percorrendo una strada e vorrei trovare le parole giuste per rincuorare e far comprendere che si tratta solo di un percorso e di una sensibilità diversa. Il resto è tutto intimo e purtroppo difficilmente condivisibile.

Il cancro e la malattia in generale è una dimensione e, oggi, non posso che rimettermi alle parole di chi ne ha avuto esperienza prima di me: Ada Burrone. Ascoltate, ne vale la pena.

Annunci

42 commenti Aggiungi il tuo

  1. Silvia ha detto:

    Hai molta pazienza….al posto tuo li avrei mandati a quel paese, ti volevano far passare per paranoica!

    Liked by 1 persona

    1. ninjalaspia ha detto:

      L’ho fatto, Silvia, ho lanciato un bel vaffa sonoro e altisonante a una di queste persone, all’altro non ho detto nulla perché so che a parlare è l’affetto che prova per me 😉

      Mi piace

      1. Silvia ha detto:

        A ecco, ben fatto! 😉

        Liked by 1 persona

  2. quarchedundepegi ha detto:

    Non commento… perché dovrei dire delle parolacce.
    Ciao.
    Quarc

    Liked by 1 persona

    1. ninjalaspia ha detto:

      😀 😀 😀 …io qualcuna ne ho detta, ammetto!
      Un grande abbraccio, Quarc. Kiss

      Mi piace

  3. redandwhitecats ha detto:

    Un vaffanculo eh? Ci stava tutto! 😉

    Liked by 1 persona

    1. ninjalaspia ha detto:

      Ahahahahah ebbene sì, a uno ho mandato un bel sonoro vaffa a piena gola (giuro), all’altro no perché so che a parlare è l’affetto che prova per me.

      Leggi questo, lo scrissi un po’ di tempo fa ma è sempre valido
      https://ninjalaspia.wordpress.com/2014/03/01/vademecum/

      Liked by 1 persona

      1. redandwhitecats ha detto:

        Ahhahah…ok! Ti appoggio nel vaffa…io non sai quanti ne dico…e quanti ce ne mando…anche medici…non mi faccio scrupoli!! Ok lo leggerò! 😉

        Mi piace

        1. ninjalaspia ha detto:

          Ebbene sì, hai ragione. A noi bimbe un po’ speciali manca la tolleranza o, meglio, non abbiamo più freni inibitori di fronte alla parzialità altrui.
          Anche io ho spinto qualche medico ad approfondire le sue riflessioni; una volta ho detto “Mi scusi, ma se si trattasse del suo deretano, lei che farebbe? Facile avere certe opinioni quando non si rischia nulla!” Mi diede ragione ma si sentì offeso. Non ci sono più andata 😀

          Liked by 1 persona

          1. redandwhitecats ha detto:

            Ahahhahaha….hai fatto bene! Grande! Ormai non ci ferma nulla! 🤗😙

            Liked by 1 persona

            1. ninjalaspia ha detto:

              😉 Kiss Piciùk 😀

              Liked by 1 persona

  4. Drimer ha detto:

    Ho letto tutto, a metà avrei voluto smettere, tu hai avuto sicuramente più pazienza nell’ascoltare e portare a termine questa discussione, al limite del surreale.
    Personalmente non ho avuto la sfortuna di incontrare un tumore ma qualcuno a me vicino si, dico fai i controlli e continua a scrivere per te e per noi, chi non vuole è un egoista, pretende di avere qualcosa senza problemi, anzi, nasconderli sotto lo stuoino!
    Scusa lo sfogo, ma è più forte di me, la stupidità elevata all’ennesima potenza.

    “Before to tell me something…try first to walk in my shoes!!”.

    Ciao Nin.

    Liked by 2 people

    1. ninjalaspia ha detto:

      Ciao Drimer!
      Sempre bello avere la tua appassionata opinione. Hai ragione e continuerò a chiacchierare con i miei “amici di matita”; la maggior parte delle persone prova scarsa empatia e ha scarsa apertura mentale per comprendere ciò che ai più sensibili sembra palese. Che fare, è il mondo ed è la vita. Io ho imparato a selezionare e a non avere freni inibitori quando mi si chiedono cose stupide…a volte però perdo la pazienza ;D
      Un grande abbraccio, stella mia. Kiss

      Liked by 2 people

  5. arielisolabella ha detto:

    È’ così cara non bisogna prendersela la condizione di precarietà e minaccia in cui vive una persona come ..noi…non ci rende diverse no…di più’. Toglie da un abbraccio parte ma se si sopravvive dona una capacità di vedere sentire Vivere unica nel suo genere è inconcepibile per tutti gli altri…ti sembrerà assurdo ma molti mi fanno pena la loro superficialità scialo di vita e sentire li rende poveri incapaci di comprendere fino in fondo che grande dono è’ anche solo respirare…mah…non ti curar di loro……🌹❤️

    Liked by 1 persona

  6. arielisolabella ha detto:

    Beh la tastiera fa i capricci ma conto su di te per comprendere il nocciolo del mio sentire 🙄🤔😜😜😜

    Liked by 1 persona

    1. ninjalaspia ha detto:

      Ahahahahah sei grande! Avevo inteso l’intendimento di ciò che stavi intendendo! 😀
      E hai ragione. Ora che tutto attorno a me è calmo, sento la precarietà, quel groviglio di sensazioni che tanto ha spiegato bene Ada Burrone in questo breve filmato. Resto senza parole di fronte al mondo che ora percepisco in modo così diverso. Mi è difficile, oltretutto, spiegare la chiarezza, la lucidità e l’obiettività del mio nuovo sentire a coloro (e sono la maggioranza) che non hanno avuto un’esperienza simile. Ora che sono rientrata nel mondo “normale” mi ritrovo con una sensibilità differente, uso un linguaggio diverso e ho una tolleranza pari a zero.
      Ammetto che son dispiaciuta ma non turbata per questa differenza di sensibilità. Sono differenze, semplicemente differenze. Il fatto è che ogni tanto perdo la pazienza… 😉
      Un grande abbraccio, mia insostituibile Amica. Bacio forte

      Mi piace

      1. arielisolabella ha detto:

        Può sembrare un voler vedere il bicchiere mezzo pieno ma non è’ così..noi sappiamo ciò che è’ veramente importante e sentiamo diversamente intensamente ..ti abbraccio guerriera con affetto ❤️

        Mi piace

  7. Liza ha detto:

    Ammazza che cazzo di pazienza….ma si sa’
    Mica sei una Ninja ad cazzum…
    Tu continua x la tua via .
    Perche’ e’ tua…

    Liked by 1 persona

    1. ninjalaspia ha detto:

      😀 😀 eh, potrei raccontare di episodi vari oramai quasi all’ordine del giorno. Pazienza non ne ho molta, semmai sono educata perché rispondo a ciascuna domanda che mi si pone, poi sbotto.
      Un grande abbraccio a te, Liza. Kiss 😉

      Liked by 1 persona

      1. Liza ha detto:

        😚

        Mi piace

  8. CUORERUOTANTE ha detto:

    In questi giorni di “festa” mi sono sentita dire: . Ho risposto con ..un vaffa natalizio. La parente/serpente ha taciuto.
    Buon anno Cara..con tutto il cuore!

    Liked by 1 persona

    1. ninjalaspia ha detto:

      😃😃😃 Grazie, stella.
      A volte esser chiari e incisivi porta ottimi risultati 😉
      Un mondo di auguri per te, ti abbraccio

      Liked by 1 persona

      1. CUORERUOTANTE ha detto:

        Metà commento è sparito!
        In pratica mi ha detto: TI trovo bene! Come le superi bene le operazioni tu!
        Io: Sarà perché ne ho fatte tante..
        Ecco 😊
        Abbraccio a te!

        Mi piace

        1. ninjalaspia ha detto:

          Brava bravissima!!! 😃👍🏼

          Liked by 1 persona

  9. Andrea ha detto:

    Ci vuole solo tanto rispetto, tanta prudenza e tanto tatto, quando si parla di questo argomento con qualcuno che sta combattendo contro il tumore. È difficile esserne completamente fuori, quasi tutti ci abbiamo avuto a che fare, ma ben altra cosa è averlo di noi! Quindi rispetto, tatto, prudenza, affetto a più non posso.
    Un abbraccio Nin!

    Mi piace

    1. ninjalaspia ha detto:

      Hai ragione, Andrea. Credo anche che, il più delle volte, dietro a goffe e impacciate espressioni o domande di molte persone ci sia in realtà pudore o la paura di non sapere cosa dire e, sicuramente, la richiesta di esser rassicurati. Ecco perché mi arrabbio sempre meno, perché vedo e sento negli altri tale richiesta di aiuto.
      Un abbraccio, stella. E’ sempre bello leggere i tuoi commenti. 😉
      Ah, buon anno! ;D

      Liked by 1 persona

      1. Andrea ha detto:

        Buon anno anche a te!

        Liked by 1 persona

  10. Meteora ha detto:

    Pensa a te!!!Resisti!

    Mi piace

    1. ninjalaspia ha detto:

      Ma che nome stupendo: Meteora! Innanzi tutto grazie per esser passata da me. Ammetto che non solo resisto ma inizio anche a divertirmi e a prendere un po’ in giro chi proprio non vuole comprendere. E poi, diciamolo, poco importa se qualcuno non sa comprendere. Noi si prosegue comunque! 😉
      Un grande abbraccio per te

      Mi piace

      1. Meteora ha detto:

        Grazie per complimenti sei troppo gentile. Nuovamente ….’Non mollare!’😋

        Mi piace

  11. TADS ha detto:

    come stai carissima? tutto ok?
    mamma ninja è sempre in pista?

    Mi piace

    1. ninjalaspia ha detto:

      Ciao Tads! Tutto molto molto bene e mi sento veramente sollevata. Ora sto tornando la “zamzara” di sempre e, come sempre, in battibecco con mamma Nin. Lei è più che in forma e sempre ricca di sorprese. Diciamo che gli anni le donano, al contrario dei luoghi comuni a cui tutti crediamo. 😃
      Tu ok?

      Mi piace

      1. TADS ha detto:

        mi fa veramente piacere 😉
        io tutto ok, grazie, gli anni passano ma teniamo botta 😀

        Mi piace

        1. ninjalaspia ha detto:

          ecco, “tenere botta” è il vero e unico trucco per proseguire senza colpo ferire! Al di là dell’orrida rima, condivido l’atteggiamento 😉😃
          Un grande, fortissimo, abbraccio

          Mi piace

          1. TADS ha detto:

            ricambio l’abbraccio 😉

            Mi piace

  12. yourcenar11 ha detto:

    Sapessi come avevo bisogno proprio in questi giorni di leggere le parole del tuo post e quelle calde e confortanti di Ada Burrone. Non riesco ancora a vincere l’altra malattia che il cancro porta con sè, la paura, ma ci sto provando: grazie ad un’amica ho ripreso a disegnare, un amico mi ha consigliato di ascoltare la musica che amo e che mi rasserena… Insomma, sono sulla via giusta, no?
    Ciao e un abbraccio!

    Liked by 1 persona

    1. ninjalaspia ha detto:

      Certo che sei sulla via giusta ! Il solo parlarne significa che stai reagendo positivamente.
      Il nostro è un percorso lunghissimo in cui più che la malattia a condurre i giochi sono gli effetti collaterali delle terapie ed è la dimensione in cui queste e il cancro ti proiettano.
      Devo dire che sto imparando a venire a patti con questa dimensione e il trucco è circondarsi di persone, anche poche, che intendano il tuo nuovo linguaggio e concedere a se stessi il tempo giusto.
      Tutto passa, anche questa. E noi ci ritroveremo più ricche, sensibili e vitali che mai.
      Un abbraccio, stella. Grazie per esser passata e per aver parlato senza nè paure nè paura 😉😚

      Liked by 1 persona

      1. yourcenar11 ha detto:

        Grazie a te, anche della tua bella risposta!!! 💕

        Mi piace

  13. Anna Di Maria ha detto:

    Io non ho parole adatte per giustificare un dialogo simile. Credo che a nessun malato, a prescindere da qualsiasi malattia abbia, si possa dire: “ma perchè non la smetti'”

    Mi piace

    1. ninjalaspia ha detto:

      Ciao Anna. Innanzi tutto grazie per il commento.
      Credo che purtroppo il problema non riguardi chi è obbligato a percorrere le lunghe vie verso la guarigione ma che appartenga a coloro che desiderano solo ricevere rassicurazioni. Non scordiamo che stiamo parlando di un tabù di cui ancora oggi è difficile parlare chiaramente e con serenità. La parola cancro terrorizza e l’idea che il tuo amico, la tua amica, tuo fratello, tua madre o chiunque tu ami stia affrontando le lunghe terapie per superare la fase critica, spaventa anche i più arditi.
      Un grande abbraccio, Anna. Grazie 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...