1.111 al 24.12.15

Eppure vorrà dire qualcosa sto numero, e poi cade proprio di 24 dicembre, la Vigilia!, Millecentoundici, Uno, Uno, Uno, Uno, mi sa che significa qualcosa, bah…

Ecco. Questo intimo dialogo è un tipico pensiero fisso di chi, come me, sta facendo un conto alla rovescia.

Dalla scorsa estate tengo il conto di tutto, di ogni scadenza: l’arrivo della primavera e quello dell’autunno, la prossima volta che vedrò quel ragazzo che mi interessa, il compleanno del cane, il viaggio verso la mia Isola. È come se i numeri mi sostenessero nel loro lento scorrere. Non si tratta di rassicurazione ma di una concreta appropriazione del senso del Tempo. È chiaro che i miei conteggi si fanno più precisi quando si riferiscono alle scadenze mediche.

Stamane alle sei, accedendo al cellulare, ho subito notato il millecentoundici che, rosso, svettava sopra tutte le magiche app con cui mi sollazzo, con dissimulata distrazione, anche più volte al giorno. Da quella assonnata occhiata, ha iniziato a frullarmi in testa il desiderio di sapere il senso di quei quattro uno messi noiosamente e ordinatamente in fila. Quattro tarletti sugli attenti a zampettare rumorosi nei retropensieri di tutta la giornata.

I numeri che tanto hanno occupato parte dei miei pensieri proprio il giorno della Vigilia, si riferiscono a pillole e a giorni. Una pillola al giorno, il conteggio è banale. Meno semplice è la natura della pillola: terapia oncologica. Mancano millecentoundici pillole, nonché giorni, al termine della terapia che tanto snatura la mia indole.

Stamane avrei dovuto finalmente terminare le medicazioni dell’intervento chirurgico dello scorso 24 novembre ma, medico e infermieri in combutta, han deciso di non farmi alcun regalo di Natale nonostante abbia donato loro piccoli e deliziosi panettoni. La corruzione sembra non sia apprezzata il giorno della Vigilia. Sono quindi rientrata a casa ancora con il drenaggio a far da curiosa appendice ai miei tanto femminili maglioncini delle Feste.

Ammetto che un certo grado di sconforto tinto da scocciatura han dominato le ore di questa giornata di Vigilia. L’idea di restare ancora bloccata in casa senza potermi spostare dalla città perché devo proseguire le medicazioni per tutto questo periodo di Feste, mi ha innervosita.

E intanto i tarletti han lavorato.

Uno Uno Uno Uno al ventiquattro dodici quindici per la numerologia, antichissima pseudoscienza, significa che sono sulla buona strada. Ma ciò non importa molto. In questo momento di una cosa sono assolutamente consapevole quindi contenta: la pazienza del paziente insegna a godere del senso del Tempo. Non è godimento o scoperta da poco.

Sento le campane a festa delle ventitré e trenta e i tarletti son spariti.

35 Comments Add yours

  1. Affy scrive:

    Ti ammiro molto.
    Buon Natale Ninja ♥
    Affy

    1. ninjalaspia scrive:

      Ciao Affy! Che piacere incontrarti, era da tanto che non avevo tue notizie. Come va?
      Grazie per il complimento e soprattutto grazie per gli auguri che ricambio sul serio di cuore😉

      1. Affy scrive:

        Piacere mio 🙂
        Come va … si va avanti con un bagaglio che ogni tanto si fa più pesante ma per fortuna ci sono verdi discese dopo ripide salite.
        C’è una rinascita continua durante la stessa vita. 🙂

        1. ninjalaspia scrive:

          Verissimo. Credo che la cosa più importante sia non perdere se stessi in questi sali e scendi della Vita, rimanere aperti al cambiamento per non perdersi.
          Buona Vigilia😉

  2. Lucia Lorenzon scrive:

    Buon Natale carissima. Un abbraccio.

    1. ninjalaspia scrive:

      Buon Natale a te 😘 un grande abbraccio

  3. unododici scrive:

    Buon Natale, il dono più bello è la tua forza. Un abbraccio. ^_^

    1. ninjalaspia scrive:

      Un abbraccio a te, stella. 😘

  4. arielisolabella scrive:

    Un altro Natale un altro ancora e poi …avanti sempre avanti lascia andare non ci pensare goditi ogni momento il resto verrà tu io ci siamo possiamo fare tutto ma proprio tutto sempre di più ..avanti avanti ❤️❤️

    1. ninjalaspia scrive:

      Ma un intervallo no? Han rubato la campanella?!? 😳
      Parole calde, le tue ❤️❤️❤️❤️

  5. tramedipensieri scrive:

    Un abbraccio cara ninja ❤️

    1. ninjalaspia scrive:

      Ciao bella Marta, ti stringo tanto da farti un po’ male 😉😘kiss

  6. Antonio scrive:

    …….): 🙂 🙂

  7. Il Natale l’hai passato bene?… malgrado lo smog?
    Consolati… anche a Lugano c’è lo smog, ma gli svizzeri non dicono nulla; intanto per ora non piove.
    Buon 26 dicembre.
    Quarc

    1. ninjalaspia scrive:

      Ciao Quarc! Un 25 da copione, nulla di più e nulla di meno. Non immaginavo che aveste problemi di smog anche in Svizzera, per noi che poco là si frequenta appare sempre un luogo da cartolina. Non è cosa di poco rilievo che le vostre Autorità non sollevino il problema smog…un po’ deludente.
      Per ora, Amico mio, buon 26, che sia un giorno di distrazioni dai “copioni” 😃😉
      Ti abbraccio forte 😚

      1. Occhio, sto parlando di Lugano che è un po’ in una sacca. Inoltre il traffico è molto alto anche a causa dei frontalieri. Il resto della Svizzera… è un’altra cosa.
        Contraccambio l’abbraccio.
        Quarc

        1. ninjalaspia scrive:

          …luoghi comuni, ecco il problema ! 😃😀😉

    1. ninjalaspia scrive:

      …ragazzi se è lunga! 😉😙 Due anni fa fu la prima cosa che mi dissero ma mai come in sti giorni ne sento tutto il senso. Passa anche questa.
      Buona serata, stella. Kiss

  8. Piero scrive:

    Ciao Cara Nin! Sono stato piuttosto incostante di recente a causa di problemi familiari. Ma questa sera voglio augurarti un nuovo anno che sia davvero un voltare pagina, un nuovo inizio. Che sia ricco di nuove e grandi soddisfazioni. Di tanta felicità. Affettuosissimi auguri!🙂 Piero

    1. ninjalaspia scrive:

      Ciao Piero, 😚
      Ricambio sul serio con tanto affetto gli auguri; che il 2016 sia tondo, luminoso e con un pizzico di follia!
      Spero che i problemi familiari siano sulla via della risoluzione, tienimi aggiornata.
      Ti abbraccio forte e forte e forte 😚😚😚😘

      1. Piero scrive:

        Ti ringrazio di cuore e ti abbraccio fortissimo.🙂 Baci, Piero

  9. TADS scrive:

    ciao Ninja,
    passeranno in fretta, vedrai😉

    auguroni a te e mamma Ninja🙂

    1. ninjalaspia scrive:

      Ciao TADS! Ricambio gli auguri anche da parte di mamma Ninja che fra veri Veglioni danzanti, cene e serate è sempre sulla cresta dell’onda a ben 81 anni!
      Per la mia faccenda passerà, senza dubbio; è che mi fa strano dovermi armare della pazienza del paziente che pazienta. Ne trarrò qualcosa, non so ancora cosa ma di un’esperienza senza dubbio 😃
      Tu ok?
      Un grande abbraccio a te 😚

      1. TADS scrive:

        tutto ok, grazie, a presto🙂

  10. Andrea scrive:

    Ciao Nin, non le contare quelle pillole. Goccia dopo goccia anche il catino più grande si svuota. Un abbraccio!

    1. ninjalaspia scrive:

      Ciao Andrea! Offri sempre un punto di vista più che valido. In altre parole, hai ragione. Nonostante sia sempre stata una persona precisa è solo da quando ho iniziato la terapia oncologica che mi ritrovo a fare conti alla rovescia su tutto. Credo si tratti di un modo ingenuo e istintivo per aver l’illusione di avere tutto sotto controllo. Comunque sì, la smetterò.
      Ti abbraccio forte. Kiss

      1. Andrea scrive:

        È un modo più che comprensibile anche. Kiss

  11. redandwhitecats scrive:

    Ciao…scusami se mi intrufolo nel blog…ma leggendo queste righe mi ci sono ritrovata…io ho aperto il blog pochi giorni fa…dopo aver scoperto di avere un carcinoma all’utero…e sai…il conto alla rovescia è cominciato proprio da lì….devo ancora sottopormi all’intervento che è previsto per questa settimana…la fifa è tantissima…e so che ne sei a conoscenza di ciò che si prova…! Mia sorella ha avuto un cancro al seno l’anno scorso…e io mi ritrovo quest’anno a 24 anni ad averne una all’utero…! come sempre dopo questa salita..spero tanto ci sia una lunga e bellissima discesa…baci baci…e in bocca al lupo per tutto!

    1. ninjalaspia scrive:

      Ciao! Mi fa piacere che ti sia messa in contatto. Parlare, scrivere e riflettere sul percorso che ci viene chiesto di fare è molto importante e reputo che sia più arricchente il dialogo con persone che hanno un vissuto simile.
      Comprendo la tensione per l’intervento, è inutile dirti di non pensarci perché la “fifa” c’è e sarebbe ipocrita sostenere il contrario. L’unico consiglio che posso darti, dopo un intervento demolitivo e tre ricostruttivi, è di abbandonarti con fiducia ai medici e agli infermieri. Vedrai che ti accompagneranno con garbo in questo percorso chirurgico. Quando sarai in ospedale, chiedi liberamente di parlare con l’anestesista e con il chirurgo e dì loro dei tuoi timori anche più intimi. Sono certa che faranno di tutto alchè ti senta a tuo agio. E sarà così. Quindi ti addormenterai e tutto finisce lì per ricominciare poi senza che te ne accorga e con una leggerezza nel cuore che ti farà sentire libera.
      Il nostro è un percorso un po’ lungo, per niente semplice e offre opportunità umane enormi. In questi anni ho compreso che c’è una bellezza anche nelle malattie: scoprire se stessi e scoprire nuovi Amici.
      Grazie per avermi scritto, ti penserò moltissimo e sarò lì, accucciata accanto a te.

      1. redandwhitecats scrive:

        Sono bellissime le tue parole…e non sai che conforto mi danno…ho già tartassato il chirurgo con mille domande e dubbi…e anche l’anestesista…ne hanno piene le scatole di me🙂 ….spero vivamente di sentirmi a mio agio…anche perché soffrendo di attacchi di panico…la paura è quella che me ne prenda uno prima dell’intervento…so già che il percorso sarà lungo…e magari molte volte penserò di non farcela…ma sicuramente riuscirò a rialzarmi…! Mi fa piacere condividere queste cose con te…che magari puoi darmi consigli…o magari solo una parola di conforto quando serve…e io sarò pronta a darne una a te!…Infatti mi sono resa conto…che anche inconsciamente io stia facendo un viaggio interiore…e mi sto riscoprendo…più viva di prima!… grazie mille a te per avermi risposto….un bacio e un abbraccio…grazie!

        1. ninjalaspia scrive:

          Bene, hai preso la strada giusta!😀
          Al panico non pensarci, tu provalo e basta; è una gatta che si peleranno i medici, in fondo hanno studiato anche per questo. Il percorso sarà lungo, sì, forse avrai qualche dubbio ma può esser che in realtà, forse, non ne avrai affatto. E’ una strada che intraprendi e prosegui fino in fondo perché sai che è giusto così. Vedrai che è più semplice di quanto immagini e che tu sei più tenace di quanto ti sembra di essere ora. Hai ragione, è un viaggio interiore e proprio per questo è luminoso e ricco di sorprese.
          A presto, Veronica, mi fa piacere si sia “amiche di matita”

          1. redandwhitecats scrive:

            Amiche di matita…si mi piace e molto anche….grazie tante davvero! Mi fa piacere sapere che accanto a me…ci sia anche tu!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...