19 agosto 2014 ore 20:05

Mente libera, quel vuoto che ha il sapore cristallino di assoluta presenza a se stessi; calore a permeare la pelle di vivida luce, ne senti il leggero soffio e ciascun poro ti concede la consapevolezza del respiro del corpo nella sua interezza; cuore palpitante, ritmico, concentrato, allegro eppur attento, vero muscolo vitale; polmoni leggeri, si dice “aperti” e lo sono, sono spalancati su tutti gli aromi che incrociano leggeri la tua via; sangue che vorticosamente fa avvertire il suo veloce procedere ovunque in te, ne senti il ronzio indifferente; gambe morbide, forti, stanche eppur presenti, ritmiche, non chiedi più loro di forzare, proseguono, proseguono, proseguono. E tu con loro.

E sorridi, perché finalmente sei tornata libera.

caprera-bsr

Uno dei pensieri che ho avuto quando mi hanno dato Lo Schiaffo del cancro è stato che sarei dovuta tornare a Caprera a correre.

Ho pensato ai sentieri e alle strade dell’isola mentre, sedata, meditavo la fuga da quella lettiga che mi obbligava all’attesa pre-operatoria; tornare velocemente a Caprera e ai miei sport è stato uno dei mille pensieri in quel lunghissimo e indelebile lasso di tempo in cui il futuro ha la prospettiva di una manciata di muniti e ti senti così solo da non riuscire a respirare.

Ho pianto lacrime asciutte di sbigottimento quando mi hanno presentato su un foglio colorato di grafici l’osteoporosi grave. Ho compreso che la Vita mi stava obbligando ad essere un’altra da me; lontana dai sentieri, dalle rocce, dalle vie, dagli scorci, dalle onde e dal vento delle mie isole. Per sempre. Precocemente.

Nelle notti rese dolorose dalla lotta senza tregua fra espansore e pettorale per rendere esteticamente meno cruda l’assenza del seno, ho atteso il lucore dell’aurora invernale ripercorrendo con consolatoria memoria le orme lasciate a Caprera alla luce dell’alba; un’alba così diversa, così lontana.

Nel torpore obbligato della terapia, quando la mente e il corpo  vagavano per giorni e giorni in una dimensione senza alcuna energia, il cuore tornava alle sensazioni così forti e potenti di questa terra, di queste isole, del mio vivere con forza, determinazione e disciplina ciascun elemento.

Così è stato in questi ultimi mesi e ieri sera, dopo una giornata di strisciante insoddisfazione, senza alcuna premeditazione ho calzato le scarpe da corsa e sono andata a Caprera.

Scarpe da corsa, sì, ma di correre non se ne parla più e va bene comunque. Mi sono quindi ritrovata a marciare con le gambe storte come quelle degli atleti e, mentre stavo riappropriandomi di me stessa, il passato mi ha lambita.

In due momenti differenti l’ultimo uomo amato sul serio ha oltrepassato le mie orme. Anima Nera, lo definisco. L’unico con cui abbia avuto una passione irrazionale, totalizzante; un lungo amore incondizionato per cui è difficile trovare le parole. Piccole gabbie, le parole, che a volte non sanno rendere le sfumature dell’universo. E in questo universo c’è anche il dolore cupo, sordo e assordante dell’abbandono.

In questi ultimi anni ho paventato perfino il semplice incrociarlo e ieri sera, proprio nel momento tanto agognato del ritrovare me stessa, eccolo passare e per ben due volte.

Nulla.

Nulla e ho compreso che per quanto dolore si provi per un amore tradito, per quanta gioia si avverta per un amore corrisposto e per quanto quest’ultimo ci faccia sentire la pienezza dell’esser completi solo dell’altro, la Vita lenisce qualunque sentimento, soprattutto i timori.

Fino a ieri avevo paura di me stessa, di non esser più la ragazza di una volta e di non esser in grado di farmi una ragione per ciò che ho perduto. Anche l’amore.

Come io sono altro, così è la mia Anima Nera. Siamo ricordi e io sono finalmente libera.

caprera-180814-bsr

27 Comments Add yours

  1. vagoneidiota scrive:

    Mi sono seduto.
    Ho sentito un nodo in gola.
    Ed avrei solo voglia di abbracciarti.
    Animanera – frankie hi nrg

    1. ninjalaspia scrive:

      L’hai appena fatto e io mi son seduta accanto a te.
      ‘Notte 😚

  2. ludmillarte scrive:

    direi stupidaggini e ovvietà, perciò ti lascio solo un abbraccio

    1. ninjalaspia scrive:

      Grazie, stella, mi prendo tutto il tuo abbraccio e le parole, ancora una volta, rischiano di esser parziali 😉😚😘

  3. tramedipensieri scrive:

    Quanta forza ci dona la natura, Caprera in particolare, isola nell’Isola. Forte e dolcissima con i tramonti, il mare…la fitta pineta.
    Qualche lacrima fa bene, all’aperto si asciuga prima.

    Ninja, sei una piccola grande donna.❤

    un sorriso
    ciao
    .marta

    1. ninjalaspia scrive:

      Sapevo che conosci la potenza di questo Arcipelago che dona spettacoli e sensazioni difficilmente descrivibili. Come i grandi sentimenti queste Isole, Caprera fra tutte, restano sotto la pelle e tiempiono il cuore di ricordi e nuovi inizi.
      Sei speciale, bella Marta.
      😘😚

      1. tramedipensieri scrive:

        Tu
        lo sei

        non dimenticarlo❤

  4. Topper scrive:

    Se ti abbraccio, ti stritolo ma è l’unica cosa che vorrei fare dopo aver letto.
    OK, ti stritolo.

    1. ninjalaspia scrive:

      😀😀😀 …aia! aia! mi fai male, aia!
      Ok, continua a stritolarmi😉

  5. evergreen scrive:

    Per un pò sono più vicino a te. Un abbraccio.

    1. ninjalaspia scrive:

      cioè sei più “isolano” del solito o mi sei vicino con affetto?

      1. evergreen scrive:

        ti sono più vicino fisicamente🙂

        1. ninjalaspia scrive:

          😀😀😀 ma son contenta! peccato il vento, non vuole scemare. Vai alle Isole, me raccomandi, anche con mare a montagne, ne gale la pena! Mi fa piacere saperti vicino😉

  6. dreker77 scrive:

    Sei veramente una donna straordinaria ! Ogni tanto leggerti mi riporta con i piedi per terra ! Grazie !

    1. ninjalaspia scrive:

      Hey ma che dici? C’è poco di strsordinario e molto di ordinaria confusione e normalissima umanità 😉
      Un grande e concretisdimo abbraccio per te 😚

      1. dreker77 scrive:

        Forse è vero ! 😜 ma l’effetto rimane quello ! Ti abbraccio anche io 😊!

  7. arielisolabella scrive:

    Cara il viaggio e’ appena ri..cominciato🙂 avanti tutta. Ti accarezzo la testa !

    1. ninjalaspia scrive:

      Ciao Sirena! Mi sa che hai proprio ragione, il cammino è appena ripreso e con nuove scarpe. Si tratta solo di rodarci bene: nuove le scarpe e nuova me.😉
      Tu come stai?

      1. arielisolabella scrive:

        Meglio ogni giorno e meglio andrà’ !🙂 a presto L

        1. ninjalaspia scrive:

          Bene!🙂
          A presto, stella mia😉

  8. enly scrive:

    L’Italia in bellezze artistiche non la batte nessuno stato del mondo!!! L’ho sempre detto io ;D

    1. ninjalaspia scrive:

      Ciao Enly. Giusto e condivisibile!
      Una sola domanda, come mai il mio post ha suscitato tale commento?😀😀😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...