quindici

Una sensazione sfuggente eppur pregnante. È complicato scriverne quindi è ostico rimetterne, elaborarne ed esorcizzarne tutta la complessità. Ci provo, lo devo a me stessa perché devo riuscire a piangere nei prossimi quindici giorni.

Mille pensieri diversi e un solo concentrarsi. Riflessioni sempre uguali e una spossatezza monocroma, ferma, profonda. Se lascio correre la fantasia mi vedo in una piana novembrina, nebbiosa, con l’aria immobile nella sua fredda umidità. E io lì, vigile nella staticità della spossatezza.

Stanchezza di testa e dell’anima, con l’unico e impellente desiderio di ribellione. Stanchezza chimica e del corpo, estenuazione, nausea, gonfiore e rabbia. Temporeggio ma c’è tanta, troppa rabbia. Mi rintano per chiudere gli occhi e abbandonarmi alla mollezza della fiacca. Cerco una tregua e quando arriva, è troppo breve. Torno quindi a desiderare di fuggire sognando di PePa.

Quindici giorni ma oramai la ragione si è fatta arma, strategia per non sentirmi ingannata, per non espormi alle tresche del corpo e dei medici. Farmi vigile è stato ed è l’unico modo per esserci e per non cedere all’ira.

Quindici giorni per piangere e superare l’intervento chirurgico che non desidero perché è apparente ripiego il cui esclusivo valore sta nel tornare a sondare senza alcuna interpretazione.

Quindici giorni a un atto di pura volontà, la mia.

Quindici giorni e so che inizierà un cammino lungo, troppo lungo per placare l’imminente desiderio di fuga e di autonomia.

Devo riuscire a piangere, lo devo a me stessa per proseguire l’inarrestabile procedere.

Annunci

29 commenti Aggiungi il tuo

  1. Silvia ha detto:

    Hai ragione, devi riuscire a sfogarti……per affrontare poi tutto nel modo migliore, vedrai che ci riuscirai…..e che passerà anche questa.

    Mi piace

    1. ninjalaspia ha detto:

      Ciao Silvia! Sì, devo solo riuscirci e ci riuscirò. L’importante è che la smetta di truccarmi per obbligarmi a non piangere…
      Si sa che noi donne viviamo di controsensi ma ora dovrei proprio smetterla di truccarmi… 😉

      Mi piace

  2. tachimio ha detto:

    Piangi pure se vuoi.Ma ricorda che non sei sola. Sembra stupido dirlo quando effettivamente affrontare un intervento ci mette di fronte alla paura dell’ignoto. Ma quando non c’è alternativa l’unico pensiero deve essere assolutamente quello della positività, della certezza che il coraggio che uno deve avere obbligatoriamente porterà risultati. Noi siamo qui pronti ad esserti vicino ogni qualvolta vorrai. Ti stringo forte. Isabella

    Mi piace

    1. ninjalaspia ha detto:

      Hey, Isa, scrivendo così mi fai commuovere e poi si rischia che inizi a piangere per i prossimi 15 giorni 😉

      Grazie delle parole e soprattutto per le energie. Le sento, sul serio. Siamo tutti preziosi, noi “amici di matita” ed è stupend condividere.
      Tanto kiss e un abbraccio forte a te, amica.

      Mi piace

      1. tachimio ha detto:

        Serena notte cara Isabella

        Mi piace

  3. arielisolabella ha detto:

    Dovrà passare anche questo dovrà solo passare…

    Mi piace

    1. ninjalaspia ha detto:

      ok
      passerà, ok. E non vedo l’ora.
      Ti abbraccio forte, forte e forte amica mia

      Mi piace

      1. arielisolabella ha detto:

        Anch io cara e vorrei soffiarti nella mente la polvere di fata dell Isola che non c’è .e li ‘ farti tornare.

        Mi piace

        1. ninjalaspia ha detto:

          …e riabbracciare PePa 😉
          Grazie, sul serio, per esserci. Ogni tua parola ha un valore particolare, raro, del nostro idioma.
          Per ora sogni d’oro e a domani 🙂

          Mi piace

          1. arielisolabella ha detto:

            Sogna di volare via notte 🙂

            Mi piace

  4. Insenseofyou ha detto:

    Riuscire a piangere può esserti d’aiuto per allentare la tensione. E’ accostarti alle emozioni per cercare di comprenderle appieno e nello stesso momento lasciarle fluire. Un abbraccio ed un sorriso

    Mi piace

    1. ninjalaspia ha detto:

      Grazie, stella, per le parole.
      Emozioni molto forti e soprattutto persistenti…riuscirò a piangere lacrime lunghe. 😉
      Poi sarò libera.
      Buona serata a te. Kiss

      Mi piace

      1. Insenseofyou ha detto:

        Che siano liberatorie.. 🙂 Buona serata

        Mi piace

        1. ninjalaspia ha detto:

          …arrivassero, le bastarde! 😀 Tanto kiss e buona serata a te 😉

          Mi piace

          1. Insenseofyou ha detto:

            Un bacio. 🙂

            Mi piace

  5. Ci vuole tanto coraggio per affrontare certe situazioni. Tanto coraggio per lasciarsi andare e piangere. Ti abbraccio

    Mi piace

    1. ninjalaspia ha detto:

      Hai ragione nel sostenere che ci vuole coraggio a lasciarsi andare e, soprattutto, ad esser onesti con se stessi e i propri fantasmi, quindi piangere.
      Per il coraggio nell’affrontare le situazioni beh, quando ti ci ritrovi le vivi e basta. Così è per me. Tutte le energie per affrontare qualunque accadimento. Stavolta, però, urge lacrima!
      ;-D
      Grazie, Gnappetta! 😉

      Mi piace

      1. Io penso che non sia da tutti affrontare alcune prove, alcuni non ne hanno la forza…e si lasciano andare, sperando che ci sia qualcun altro a sorreggerli! Piangere è difficilissimo quando si stringono i denti per andare avanti, perché piangere è abbassare la guardia, significa indebolire l’argine…per me è stato così. Avevo paura di piangere e con il pianto di ammettere tutte le mie paure e di non riuscire più a tenerle sotto controllo! Ti auguro che il tuo pianto sia catartico! :-*

        Mi piace

        1. ninjalaspia ha detto:

          E’ proprio come dici tu, lasciarsi andare e non riuscire più a marginare…
          Grazie per l’empatia e, per quanto possibile via byte, grazie per aver condiviso parte della tua anima.
          Kiss 🙂

          Mi piace

  6. milanoartexpo ha detto:

    Sei sempre toccante. E sempre molto brava a scrivere. Ed è sempre vero che l’intelligenza degli altri mi tira su di morale!

    Mi piace

    1. ninjalaspia ha detto:

      Grazie, in realtà uno sfogo o, forse, una preghiera a me stessa per riuscire a lasciarmi andare…
      Sei prezioso 🙂

      Mi piace

  7. Topper ha detto:

    Coraggio. Ti abbraccio e sfogati se ne hai bisogno. Una spalla su cui piangere te la porgo volentieri.

    Mi piace

    1. ninjalaspia ha detto:

      Grazie! Sai in realtà di che avrei bisogno? Di un viaggio per staccare, scoprire, piagnucolare se del caso e tornare per fare l’intervento. Quindi ripartire. Vieni con me? 😉

      Mi piace

      1. Topper ha detto:

        Ai viaggio non so dire di no! Ne ho già programmati un paio e sono sicuro che anche tu troverai modo di farne uno al più presto.

        Mi piace

        1. ninjalaspia ha detto:

          Stasera mi hanno rinnovato un invito alle Azzorre. Amici italiani che sono là x lavoro. Vulcanologi. Han promesso trek speciali e un giro x l’oceano con i loro colleghi biologi marini. Sarei divuta andare il prossimo giugno e ho solo rimandato di qualche mese. Vedetemo 😊

          Mi piace

          1. Topper ha detto:

            Wow! Sarà un bellissimo viaggio!

            Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...