Acchiappabaci

Devo ammettere i miei limiti. E ammetto che mi fa piacere ammetterli.

Oggi sono stata presa alla sprovvista da una persona poco conosciuta. Mi ero fatta un’opinione superficiale come i nostri percorsi frettolosi e concentrati sempre su altro.

Un ragazzone alto forse due metri, un armadio di muscoli e allenamenti, intravisto in palestra.

Un salutarsi stropicciato lì, giusto perché si condividono gli attrezzi assistendo, imbesuiti dai tempi di allenamento, alle rispettive fatiche sportive. Anni d’incroci per cui ti saluti più per abitudine visiva che per frequentazione o condivisione. Mai una chiacchiera, al massimo un sorriso di convenienza nei secondi di pausa. Nulla di più.

Solo una volta, convenuti i nostri percorsi al bar dopo circa due anni di casuale incrocio nel mega Club sportivo, abbiamo svincolato quattro parole e lui, in tutta la sua enormità, ha fatto il cascamorto. Qualche innaturale e impacciata battuta e una frase come una richiesta. Poche parole buttate lì, stentate ma coraggiose: «Vorrei darti un bacio, sei così piccola!».

In tutto il mio sentirmi Venere tascabile ho fatto la preziosa e, imbarazzata più che altro perché non più allenata a giocare con i maschi che fanno i maschi (genere del resto rarissimo nelle palestre meneghine), mi sono impettita facendo anche un poco l’offesa. Chiaro che la mia reazione alle avance di cotanto energumeno sono state fra le più scontate e banali.

Dopo un po’ di tempo vengo a scoprire che la stentata richiesta in realtà la faceva a tutte le frequentatrici del Club. Con le mie amiche lo abbiamo quindi soprannominato “Acchiappabaci”.

Oggi, trascorso diverso tempo da quell’episodio, mi sono imbattuta in lui al bar sotto casa. Ci siamo distratti in festosi convenevoli, mi ha offerto il caffè e ha ricominciato a fare l’Acchiappabaci.

Stavolta le avance sono arrivate in giorni per me tesi, in cui sono arrabbiata senza sorta di sfogo e sola con il mio buon senso e la maturità su cui forzatamente devo far leva. Con la testa completamente rivolta indietro per guardarlo bene negli occhi, gli ho detto che sarebbe stato meglio che la finisse lì perché ho l’osteoporosi e il cancro. Che non sono bella e sana come lui intende.

Non ho visto imbarazzo nel suo sguardo ma, anzi, una sorta di letizia. Mi ha invitata a seguirlo per strada e, bisbigliando, mi ha detto «L’ho anche io, proprio lì. Sono due anni che faccio radioterapia e interventi chirurgici. Ho smesso di esser arrabbiato un anno fa.»

Devo ammettere i miei limiti. E ammetto che mi fa piacere ammetterli perché, in passato, un bacio ad Acchiappabaci lo avrei dovuto dare.

22 Comments Add yours

  1. vittoriot75ge scrive:

    E’ come se ti avesse dato un bacio nell’anima.

    1. ninjalaspia scrive:

      Oggi sì, ha dato sul serio lui un bacio alla mia anima.🙂

  2. È bello lasciarsi sorprendere, scoprì così i propri limiti credo che sia il modo migliore, sicuramente è il più piacevole.

    1. ninjalaspia scrive:

      “Progettate di lasciarvi sorprendere” è una frase che ho letto in qualche romanzo ma non ricordo di chi è.
      Hai ragione, sorprendersi dei propri confini e ammettere i nostri limiti è molto più vitale che far finta di nulla.😉

  3. tramedipensieri scrive:

    Avrei preferito consevare l’idea che fosse un acchiappabaci superficiale.😦
    …quando si dice che non sai mai chi hai di fronte…

    1. ninjalaspia scrive:

      Eh sì. Purtroppo il più delle volte ci facciamo un’opinione ben sbagliata del prossimo. E quando si sbaglia bisogna ammetterlo.😉

      1. tramedipensieri scrive:

        Ah, nessun problema…
        l’ammetterlo, dico..

        1. ninjalaspia scrive:

          diciamo che oggi ci sono rimasta di stucco per vari motivi😉

  4. CrazyAlice scrive:

    E’ l’ennesima dimostrazione che tutti abbiamo delle maschere…maledettissime maschere… Acchiappabaci impaurito fragile e solo, probabilmente…e…credo che non si smetta mai di essere arrabbiati (…o almeno io non ci riesco…) Un abbraccio grande carissima!

    1. ninjalaspia scrive:

      Siamo tutti impauriti, e di cosa lo si può anche immaginare a seconda della situazione. Sarebbe meglio, più sano per tutti, superare comunque i limiti delle nostre paure. Facile a dirsi meno facile a metterlo in pratica.
      Arrabbiati sì, amica mia. Ed è tanto difficile non esserlo. Chissà, forse le paure e le maschere spariscono nel momento in cui non si è più arrabbiati.
      Buona notte a te e un grande abbraccio😉

  5. vagoneidiota scrive:

    E la vita continua

  6. Un punto ad acchiappabaci che ha saputo stupirci e mille punti a punti a te, per la tua capacità di metterti a nudo, sempre e comunque! Mia mamma ha avuto il cancro, forse è giusto essere arrabbiati, in certi casi la rabbia equivale a voglia di vivere. Senza quella non si va da nessuna parte.

    1. ninjalaspia scrive:

      Grazie, sei carina e, sì, mille punti ad Acchiappabaci !😉
      Per l’esser arrabbiati credo proprio che sia il sentimento che mi spinge a vedere tutto chiaro, a non abbassare la guardia.
      Per ora un abbraccio e buona giornata a te😉

      1. Buonissima giornata anche a te, ninja!!

  7. Topper scrive:

    Che bella storia. Dovremmo imparare a non fermarci alle apparenze e a mettere da parte i preconcetti. Spero racconterai il seguito…

    1. ninjalaspia scrive:

      Episodio strano, devo ammettere pieno di risvolti e pregno significati.
      Chissà e ci sarà un seguito, forse, se si incroceranno ancora i nostri percorsi😉

  8. Andrea Magliano scrive:

    E’ bello quando le apparenze si infrangono. Bello quando queste cadono all’improvviso. Bello sapere di non essere soli🙂

    1. ninjalaspia scrive:

      Credo che per aiutare la condivisione e sentirsi meno soli basterebbe esporsi forse un po’ di più. Credo che se non gli avessi detto dei miei accidenti lui non mi avrebbe parlato dei suoi scoprendo che abbiamo un linguaggio comune. Dovremmo umanamente osare un po’ di più e saremmo meno soli, che ne pensi?😉

      1. Andrea Magliano scrive:

        Concordo🙂 Alla fine siamo tutti molto più simili di quanto crediamo, ma viviamo troppo diffidenti nei confronti gli uni degli altri. Fortunatamente prima o poi riusciamo a buttare giù questa diffidenza🙂

        1. ninjalaspia scrive:

          😀 mai perdere la speranza!
          Fortunatamente capita di incontrarsi sul serio😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...