Lo sguardo

Lo senti sulla pelle.
Scivola, eppur penetra nell’anima. Fluisce indagatore.

Lo percepisci e basta.

Avverti il suo scorrere lungo le membra, fin nelle anse del corpo, e scruta in te.

Ti senti sguarnita, denudata, sondata, indagata, frugata, saggiata. Esplorata.

Lo percepisci e non lo arresti. La sua indiscrezione è tangibile ma non invade.

Mi son girata e ho còlto lo sguardo di chi ha saputo e a cui non ho detto. Mi guardava con occhi liquidi e confusi, quasi a rimproverarmi per il fantasma e il dolore che rappresento.

Questo sguardo è una sincera richiesta di conforto per l’imbarazzo e l’incredulità di fronte alla parola cancro. Mi abbandono a lui e ricambio sorridendo appena. Materna.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...