differiamo in qualche grammo di peli

Ho un caro amico di vecchia data che mi sta seguendo nel percorso chiamato, comunemente ma non dai cancherati, “guarigione dal cancro”. Mi telefona e chiede. Racconto. Ci salutiamo. L’indomani da capo.

Lui sta bene, a parte il raffreddore non ha nulla. Siamo vecchi compagni di “cordata” in attività sportive varie; legati da un profondo sentimento cameratesco come vecchi amici di sbronze da adrenalina.

Anche oggi mi telefona; chiede, aggiorno; mi racconta che in ufficio un suo collega è rientrato “dopo una lunga assenza”.

A momenti non lo riconoscevo, è completamente stravolto, non è più lui, non immaginavo, dice.

Cosa non immaginavi? chiedo.

Che il cancro cambiasse tanto, ma non è così per te, vero? domanda accelerando il ritmo e con un sospeso nel tono.

Sì, Roby, anche per me è così, non sembra ma abbiamo la stessa malattia io e il tuo collega; l’unica differenza è che la mia terapia non fa perdere i capelli quindi sembra che tutto vada bene.

Ma sei sicura?, domanda, e io non posso che sorridere e dirgli che, sì, io e il suo collega non differiamo se non in qualche grammo di peli.

Non smetterò mai di spiegare che un conto è l’Alieno e un conto sono le terapie. In genere sono queste ultime che stravolgono fisico e quotidianità, rapporti famigliari e sociali, che cambiano i lineamenti e il corpo, che modificano organi e il tempo naturale di vita. Le terapie sono tante e diverse e solo gli effetti di alcune rivelano palesemente che è in corso una battaglia.

Se qualcuno dice che è in terapia oncologica, per cortesia, si abbia cura di non esclamare che non sembra solo perché ha i capelli. Non chiedete loro se son sicuri di ciò che dicono.

Di sicuro la maledetta terapia li fa star male. Di sicuro c’è che il mondo che non sa e il vostro amico appare diverso da come era prima dello Schiaffo e, soprattutto, da prima della terapia.

Avere il cancro significa vivere uno stato che modifica prospettive, percezioni, valori, priorità, il rapportarsi con gli altri e il sentirsi nel mondo e nella vita. Il cancro ti sbatte fuori dalla vita e tu sgomiti e sgomiti e sgomiti sperando che le terapie per combatterlo non ti stravolgano anzitempo.

Non è solo una questione di grammi di peli.

Noah

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...