non perdere l’orizzonte

 

Proseguono le analisi.

Ieri era prevista la risonanza alla tetta desta in cui hanno trovato due piiiiccoli noduli da tenere sotto controllo. Il referto di ottobre cita “prudenzialmente meritevoli di follow up”.

Evidentemente nei referti amano una terminologia marcatamente anglofona peccando però in chiarezza cioè non danno alcuna scadenza temporale di contro dei noduli. L’oncologo ha quindi deciso di fare il controllo a fine febbraio.

Sento montare l’ansia già una settimana prima dell’esame. Il tarlo “ora ci risiamo” mi prende per mano e non mi molla. Arriva il giorno fatidico e con la colazione prendo tre goccettine di Lexotan per esser certa di stare tranquilla una quarantina di minuti nel tubo canterino e…

… nulla.

Si sono rifiutati di fare la RM perché l’équipe di medici non è d’accordo sulla tempistica e sulla necessità di fare l’esame. Causa di tanto trambusto è l’espansore nella parte sinistra del torace. Sembra si tratti di una questione di valvole della gommo-tetta che si girano su loro stesse con il primo mega magnete che passa loro vicino rendendole quindi inutilizzabili per future e inevitabili manipolazioni di gonfiaggio.

Molto tranquilla, visto che ero sempre sotto l’effetto di tre gocce di calmante e di uno stress psicologico non indifferente, dico che mi sembra che non si debba perdere l’orizzonte: il cancro.

Che centra la non tetta sinistra? Non esiste! Mi parlate di valvole? Di gonfiaggi e volumi di ciò che non c’è? E dei noduli che ci sono? L’oncologo, il vostro collega, ha richiesto analisi e voi non la fate? Scelga lei, signora. IO?

Ma io mi sono affidata a voi, ben sette esperti! Siete voi che dovete dirmi quando controllare l’Alieno, non io. Ma noooo, ma non ditemi che mi parlate di estetica! Ma daaaiiii, non ci ero arrivata, che stupida!

Sono entrata in ospedale alle 11 e ne sono uscita alle 16,30 senza aver fatto nulla. Anzi, qualcosa ho fatto, mi sono sentita abbandonata. Ad ora non so che fare e, soprattutto, quando farla.

Non sono a criticare in assoluto i medici ma a ribadire lo stato di assoluto abbandono in cui molti pazienti oncologici si ritrovano.

Mi han detto che sono ad altissimo rischio di recidiva per i prossimi due anni ed esposta per i successivi tre. Devo aspettare 20 mesi per sapere se l’Alieno ha deciso di proseguire?

Per favore, non perdiamo l’orizzonte.

_________________

Allego un video dell’AIRC in cui spiegano quale è l’orizzonte di cui sto parlando: il cancro, come nasce, si sviluppa e si combatte. Dura 10 minuti ed è interessante.

Lungi da me promuovere l’AIRC ma solo sottolineare quanto resti sgomenta di fronte alla retorica della ricerca (di fondi, chiaro) e alla realtà clinica.

9 Comments Add yours

  1. liù scrive:

    Non ho osato mettere “mi piace”, mi sarebbe parsa una bestemmia.
    Ho letto la tua odissea con il cuore in gola ,mondo se saprei essere tanto coraggiosa se riguardasse me,ti posso solo dire che spero con tutto il mio cuore che “L’alieno bastardo”
    possa andare via per sempre.
    Ti abbraccio forte❤
    liù

    1. ninjalaspia scrive:

      Beh, il “mi piace” puoi metterlo.
      Per me significa che partecipi agli sfoghi e ai vari “sputacchi” di fiele.
      Sono positiva per il futuro e fra le più fortunate. paradossalmente posso dire che questa esperienza ha anche del positivo. Ne scriverò.
      Sei una stella, Liù, ti abbraccio forte😉

  2. elinepal scrive:

    Mia cara datti fare questo controllo. In qualunque modo. Urla, strepita, blandisci, ma non far passare tempi lunghi.
    Facci sapere come va

    1. ninjalaspia scrive:

      😀 che carina che sei!

      Ma certo che mi do da fare! Anzi, li ho già tutti strigliati. Le cose sono leggermente più complesse di quanto un blog possa permettere per una sopportabile descrizione.
      La meraviglia è stato il constatare quanto i medici non comunichino fra di loro. E tu ti senti abbandonato, pur non essendolo.
      Il cancro è un grande sconosciuto, ecco perché ho allegato il filmato. Il malato deve decidere, soprattutto se si trova fuori dai protocolli.
      In questa esperienza mi hanno posta ripetutamente di fronte a quesiti a cui solo io avrei dovuto dare risposta. Così ho fatto ed è stato più che faticoso. A tratti insopportabile lo scindere l’anima e la mente, domare la paura e trovare la razionalità.
      Ieri hanno sorpreso non solo me ma l’intero staff che mi sta seguendo.
      Oggi ho trovato una soluzione e devo prima parlarne con il chirurgo.
      L’orizzonte non lo perdo di sicuro!
      Sei amabilissima! Tanto kiss😉

      …e il racconto proseguirà!

      1. elinepal scrive:

        Immagino quanta fatica ogni singola decisione. Sei una grande!! Ti seguo

  3. tucancroiodonna scrive:

    Gia’… hai colto in pieno cio’ che si prova. Saremmo forse tutte/tutti piu’ tranquilli se trovassimo dei medici competenti, che si prendono veramente cura di noi. Invece, troppo spesso si fanno gli esami con la consapevolezza che rimarranno delle domande irrisolte… e che siamo noi i migliori medici di noi stessi.
    Ti sono vicina… un abbraccio!

    1. ninjalaspia scrive:

      Grazie, stella.
      Aggiornerò sulle soluzioni a cui sto lavorando per ottenere almeno un po’ di “coerenza” medica quindi terapeutica.
      Ti abbraccio

  4. lilasmile scrive:

    Anche in altre situazioni bisogna essere fortunati a trovare medici competenti e quindi ti posso capire.
    Ti stringo forte e ti lascio un sorriso. Lila

    1. ninjalaspia scrive:

      Ciao Lila,
      so che si tratta di una situazione generale della sanità che poco riesce a sopperire adeguatamente alle tante richieste. Tutti noi, chi più chi meno, ne siamo vittime e causa indiretta. Chiaro che ai malati cronici la cosa è più evidente.
      Un grande abbraccio e un enorme sorriso a te😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...